Blog: http://Santilli.ilcannocchiale.it

UN REFERENDUM?

L'altra sera, commentando con l'amico Massimiliano Iervolino la sconfitta in Campidoglio, ci è venuta in mente una cosa. La società è anni luce avanti alla politica. 60 Consiglieri comunali non hanno saputo decidere. E hanno bocciato tutto quello che è passato in aula, finanche un ordine del giorno sulla famiglia. Con il risultato che un osservatore esterno potrebbe affermare che al campidoglio non sono gradite nè le unioni di fatto nè la famiglia tradizionale.  E' ovvio che non è così ma che la politica non è ancora in grado di decidere.
E allora ci siamo chiesti, perchè deve essere la politica a decidere della liceità di alcune unioni? Perchè non facciamo decidere alla gente, alla società civile?
Perchè non indiciamo un referendum popolare nel Comune di Roma che approvi o meno l'istituzione di un registro?
Servono 50.000 firme... in tre mesi... il compito è arduo, ma perchè non provare?
Che ne pensate?



 

Pubblicato il 19/12/2007 alle 15.53 nella rubrica ROMA .

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web