.
Annunci online

Santilli [ La democrazia delle idee ]
 




IPSE DIXIT

Robert F. Kennedy
"Alcuni uomini vedono le cose per quello che sono state e ne spiegano il perchè. Io sogno cose che ancora devono venire e mi chiedo: perchè no."

Alcide De Gasperi
"Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione."


Claes in "L'Apprendista delle Fiandre" di D. Dunnett
"Sarete sorpresa signora. Penso di aver paura del ridicolo."


STO LEGGENDO:

Il resto di niente  di Enzo Striano

La misura del mondo di Daniel Kehlmann


VI CONSIGLIO

L'apprendista delle Fiandre  Dorothy Dunnett

Piazza Fontana. La verità su una strageLaurent Frederic, Calvi Fabrizio

Sovranità limitata. Storia dell'eversione atlantica in Italia. Cipriani Antonio e Gianni

Il partito del golpe  Gianni Flamini.

Gomorra  Roberto Saviano


I  MIEI  LINK


Parito Democratico Roma


Laicità e Civismo 


Obama Italian Supporters

Kilombo

Archivio '900

Dalla publbicità alla cultura


Gianluca Santilli web site


Barack Obama


Libera


31 ottobre 2008


DALLA PERIFERIA DELLE PERIFERIE DELL'IMPERO - TE LA DIAMO NOI L'AMERICA...

Le politiche culturali del Municipio Roma 6 organizzano un evento in occasione dell'Election Night statunitense.
Di seguito i dettagli:

Organizzatore::
Politiche Culturali del Municipio Roma 6
 
Election Night
Ora e luogo
Inizio:
martedì 4 novembre 2008 alle ore 21.35
Fine:
mercoledì 5 novembre 2008 alle ore 6.00
Luogo:
Nuovo Cinema Aquila
Indirizzo:
Via Aquila 70
Città/Paese:
Rome, Italy
 
 
Info di contatto
Telefono:
3382341119
E-mail:

Descrizione

ELECTION DAY
Per le elezioni americane, diretta TV in sala 1, dibattiti, incontri, collegamenti via satellite e via Internet, film a tema in sala 2 e 3
Snack e aperitivi nel foyer
Giornalisti, politici, intellettuali, politologi, dibattiti a tutto campo.

                                                             PARTECIPERANNO:

Gianni Cipriani, Umberto Croppi, Stefano Menichini, Angelo Figorilli, Giampiero Gamaleri, Antonio Buonfiglio, Stefano Disegni,  Rosa Calipari, Paolo Gentiloni, Francesco Rutelli, Franco Grillini, Alfredo Antoniozzi, Claudio Sabelli Fioretti, Riccardo Milana, Umberto Marroni, Mario Mei,  Massimiliano Valeriani, Antonio Stampete, Luca Lo Bianco, Federico Mollicone,  Giuliana Sgrena, Andrea Bernardo, Alessandro Sterpa,  Giammarco Palmieri, Gianluca Santilli, Guido Morandini,  Andrea Casu, Luciano Nobili, Andrea Bernardi





24 ottobre 2008


SALVA L'ITALIA

SALVA L'ITALIA: 25 OTTOBRE 2008  -  Manifestazione nazionale del Partito Democratico

partenza dei cortei alle ore 14.00 da piazza della Repubblica e da Piazzale dei Partigiani

arrivo alle ore 17.00 al Circo Massimo per il discorso del Segretario Walter Veltroni

Il gruppo del PD ROMA si troverà alle ore 14.00 in Piazza della Repubblica nei pressi di Mc Donald

Il gruppo della cultura (associazioni e operatori culturali) si troverà alle ore 14.00 in piazza della Repubblica nei pressi della Basilica di Santa Maria degli Angeli dietro lo striscione "Fatti non foste per viver come bruti".

BUONA MANIFESTAZIONE A TUTTI


22 ottobre 2008


GIUSTIZIATO UN UOMO NELLA NOTTE: PER FAVORE SILENZIO...

Oggi è un brutto giorno per il Mondo...
Questa notte un uomo di 29 anni, Joseph Ray Ries, è stato giustiziato con una iniezione letale in un penitenziario del Texas. Si tratta della prima di dieci esecuzioni capitali programmate nei prossimi trenta giorni nello stato del Texas. L'uomo era stato condannato per l'omicidio di un uomo di 64 anni. La concentrazione di esecuzioni in un mese è "eccezionale anche per il Texas", ha commentato il presidente della coalizione texana per la pena di morte, Rick Halperin.

Per favore, silenzio...


21 ottobre 2008


ALLARME XENOFOBIA A TORPIGNATTARA. SANTILLI – PICCARDI (PD): FERMIAMO QUESTA SPIRALE DI VIOLENZA

"Due aggressioni in due giorni a Torpignattara sono intollerabili. Sabato in via Cencelli un gruppo di italiani infuriati ha devastato un phone center gestito da un bengalese, domenica in via Giuseppe Cei un giovane ha fatto irruzione in un bar minacciando ed insultando gli extracomunitari presente. A Torpignattara, dove registriamo punte del 30% di residenti non comunitari, questi episodi non sono mai successi. E' evidente che l'aumento della violenza xenofoba è frutto del pesante clima di odio che si registra da qualche mese a Roma. E a farne le spese sono le semi-periferie come la nostra dove si concentrano per lo più gli extracomunitari." A dichiararlo sono Gianluca Santilli (PD) Consigliere Delegato alle Politiche Culturali e Massimo Piccardi (PD) Assessore alle AA.PP. del Municipio Roma 6. "Chi paga di più" ha continuato Santilli "per il fallimento di questa Amministrazione della Capitale intesa come comunità umana, sono quelli che stanno sul fondo della piramide sociale: la popolazione marginale, gli esclusi. Dobbiamo contrastare con tutte le nostre forze questa ondata xenofoba, a partire dalle scritte sui muri per giungere alle aggressioni passando attraverso certe dichiarazioni pericolose di chi nel centrodestra cerca di parlare alla pancia della gente cavalcando il populismo dilagante.".   


12 ottobre 2008


SULLA LINGUA ITALIANA

Mi sono stancato un po’ a scrivere sempre di politica. In politica le parole tue sono uguali a quelle di tutti. Fanno dichiarazioni o discorsi anche dei semi analfabeti.  Ho visto dei documenti inenarrabili...
Quindi ho deciso di dedicarmi almeno a tratti a qualcosa che mi diverta un po’, che solletichi la mia testa. Oggi vorrei parlare della nostra lingua… si, la lingua italiana, che mi appare tanto bistrattata.

L’assenza di regole nel nostro Paese si fa sentire un po’ in tutti i momenti della vita quotidiana. Anche la lingua, da sempre nel dominio delle regole, ne risente. Regole sintattiche, grammaticali, sull’uso dei congiuntivi e mille altre, si sono sciolte come neve al sole. Posso comprendere quando si parla in una chat o nelle e-mail ove frequentemente si usano le contrazioni o delle abbreviazioni, ma che nei normali discorsi ormai si parli uno slang e la lingua venga violentata ad ogni piè sospinto davvero non lo gradisco.

Quello che più mi infastidisce è l’uso dei congiuntivi, quello dei superlativi assoluti e dei vezzeggiativi.
Ma siamo in due campi diversi: l’errato uso del congiuntivo deriva da una ignoranza diffusa sull’uso di questo modo. Infatti il congiuntivo presente viene spesso sostituito dall’indicativo presente così come l’imperfetto. Oppure il suo trascurato uso nella secondaria quando nella primaria vi siano dei verbi che indichino insicurezza o il pensare. E questa è ignoranza.

L’uso dei superlativi e dei vezzeggiativi è invece dilagato ed assume forme talmente evidenti da risultare veramente fastidiose (almeno per me).

A scuola (quella vera, ante Gelmini-Moratti e company) mi insegnarono a farne un uso parsimonioso : bellissimo era “il più bello di tutti”, grandissimo era “il più grande di tutti”.
Ora pare che se non si usi uno di questi aggettivi rafforzati di grado, non si possa definire bene una persona o una cosa.
Così ogni giornata diventa bellissima, ogni uomo bellissimo o coltissimo e così via.
Il bello viene con i vezzeggiativi: “un attimino” è quello che più mi infastidisce, ma “un minutino” è davvero tremendo.

Ieri addirittura ho sentito dire ”tizia è la massima esperta a Roma di…”. Obietto: “ ma se non ha nemmeno una posizione ‘quadro’ e/o uno straccio di laurea?” mi sento rispondere bè insomma, è brava, considerata ecc. ecc.
Ora, siamo in una metropoli di 5 milioni di abitanti. Il massimo esperto di qualsiasi cosa ne incontra facilmente un altro ma se usiamo così la lingua italiana ragazzi fra un po’ i massimi esperti saranno tanti… troppi, massimi.


7 ottobre 2008


A ROMA ANCORA SI MUORE DI DEGRADO...

Questa mattina il corpo carbonizzato di una persona, una donna a quanto pare,  è stato trovato nel vagone di un treno in deposito nell'area di sosta delle Ferrovie dello Stato nei pressi di Largo Nicolò dè Lapi, al Pigneto. I vagoni da alcuni mesi sono spesso usati come alloggi di fortuna dai barboni e senza fissa dimora della zona. L'incendio che ha investito 2 carrozze distruggendole completamente, è divampato nella notte per cause in corso di accertamento. Dopo aver spento l'incendio, i pompieri hanno trovato, tra mucchi di vestiti, il corpo. 
La notizia ha colto il Consiglio del Municipio Roma 6 nel corso della discussione sui problemi dell'emergenza abitativa e di una mozione che chiede il blocco degli sfratti che sadrà il prossimo 15 ottobre. Molte decine di persone colpite da sfratto erano presenti in aula.
E questa di oggi è l'ennesima tragedia della disperazione.
A Roma se non si interviene rapidamente per dare case ai senza fissa dimora e agli extracomunitari che affollano i parchi e altri luoghi improbabili, si rischia di finire come in altri stati con la città circondata da favelas e shanty town.
Ormai non è raro imbattersi in baracche ed alloggi di fortuna costruiti all'interno di campi abbandonati, parchi, fra gli alberi, sugli argini del Tevere e dell'Aniene, sui vagoni dei treni e dei tram che attraversano la città. Villa De Sanctis si sta trasformando in una baraccopoli...
Cosa aspetta l'Amministrazione ad intervenire?
Dove sono le soluzioni che l'Assessore Antoniozzi dichiara di possedere?
Quali risposte vogliamo dare ai cittadini attanagliati dal carovita che non riescono più a pagare gli esosi affitti?
Non è più possibile aspettare: le soluzioni già individuate dalla Giunta Veltroni devono immediatamente essere riprese e messe a regime o rischiamo di trasformare Roma nella città del degrado e della solitudine.




3 ottobre 2008


LUNEDI IN AULA MOZIONE DI CONDANNA DEI FATTI DEL 20 SETTEMBRE. ALEMANNO SI SCUSI!

Lunedi 6 ottobre, alle ore 18.00 in via dell'Acqua Bullicante 2, presso l'aula Consiliare del Municipio Roma 6 si discuterà la mozione, di cui sono il primo firmatario, che chiede la condanna dei fatti accaduti il 20 settembre 2008 in Porta Pia e le scuse del Sindaco Alemanno con il Corpo dei Bersaglieri. Ma cosa è successo a Porta Pia? Semplice, hanno tentato di riscrivere la storia d'Italia...  Questo è il resoconto tratto dal sito di Milita Christi, presente sul posto, giudicate voi:
Il   movimento   politico   cattolico   Militia   Christi  si rallegra  dell'avvenimento   storico  che  si  è  verificato stamattina a Roma presso la breccia di Porta Pia. Il  Generale dei granatieri Antonino Torre,  dinanzi  ai  bersaglieri,  agli  aderenti dell'UAAR e  ai massoni -  e successivamente  anche  alla  nostra commemorazione dei   caduti   pontifici  -  ha  reso  il  saluto militare, il  "presentat'arm",    ai    caduti     pontifici    leggendone  pubblicamente i nomi in un significativo  storico gesto di riconoscenza ed onore!
Tenete presente che NON sono stati letti i nomi dei 49 Bersaglieri caduti per l'unità d'Italia e la conquista di Roma Capitale. 
questa vicenda del 20 settembre non può passare inosservata o sottotono. Ho presentato quindi una mozione al consiglio municipale perchè Alemanno e Cutrufo si scusino al più presto con il glorioso Corpo dei Bersaglieri. Inoltre mi meraviglio che il delegato del sindaco alla memoria, Antonio Torre, sia incorso in questo madornale errore, imperdonabile per un militare di rango come lui. In buona sostanza sono stati resi gli onori a delle truppe straniere, gli zuavi pontifici, e sono stati ignorati i 49 caduti del Bersaglieri che sacrificarono la loro vita per l'unità d'Italia. Mi pare che si sia fatta un pò di confusione con la storia, troppa.
In caso contrario, ed è questa la cosa che mi preoccupa,  stiamo assistendo ad un'opera di revisione della storia senza precedenti. O meglio forse i precedenti ci sono: dopo il goffo tentativo di equiparare Repubblichini e Partigiani è possibile tutto a Roma.
Ma ricordate che la storia è una e nessuno può permettersi di cambiarla.
Lunedi andremo quindi in aula con questa mozione. Hanno annunciato la loro presenza i Radicali di Roma, membri dell'UAAR e, giungono voci, che ci saranno anche militanti di Militia Christi


2 ottobre 2008


Nuova iniziativa culturale: WUNDERKAMMERN OPENING PARTY

WUNDERKAMMERN OPENING pARTy
Vi presento l'evento inaugurale del nuovo spazio espositivo Wunderkammern a Roma organizzato da Franco Ottavianelli con la collaborazione delle politiche Culturali del Municipio Roma 6
Indirizzo:
via Gabrio Serbelloni 124, Roma
Inaugurazione:
sabato 18 ottobre – ore 18,30
Opere:
Raul Gabriel – LATERAL (beauty is a sidewhore eatin my liver out) Installazione site specific
presentazione di Alberto Dambruoso
Myriam Laplante – C’ERA UNA VOLTA Performance su fondale video
presentazione di Cristiana Perrella
Adele Lotito – TAPPETI VOLANTI Installazione site specific
presentazione di Giorgio Bonomi
Sukran Moral – TURBAN Fotografie di performance
presentazione di Simonetta Lux
Maria Grazia Pontorno – IL GIARDINO DI MARESA Video installazione
presentazione di Simonetta Lux
Dal 18 ottobre al 22 novembre 2008. Visibilità limitata dal tempo e dallo spazio.



WUNDERKAMMERN OPENING pARTy

Per la ricorrenza del decennio delle proprie attività a Spello, WUNDERKAMMERN apre una nuova sede espositiva a Roma, nel Sesto Municipio in Via Gabrio Serbelloni 124, zona Torpignattara. Wunderkammern fa proprio il principio ispiratore delle omonime raccolte di curiosità scientifiche e di oggetti straordinari realizzate sin dal Medioevo e soprattutto dal XVI al XVIII secolo. Una collezione in-progress di eventi orientati alla meraviglia, al paradosso, al non-sense, alla ricomposizione di frammenti straordinari, all’accumulo di incanti della memoria. Un Comitato Scientifico composto da esperti di valore internazionale, critici, teorici d’arte, collezionisti, cura la programmazione del calendario espositivo.

WUNDERKAMMERN OPENING pARTy fa riferimento alla poetica di Wunderkammern aperta al territorio e all’internazionalità degli artisti in gioco. Un opening concettuale, apertura al confronto dialettico tra la privacy dell’abitazione che accoglie le opere, l’esibizionismo dell’artista e il voyeurismo culturale del visitatore o del passante colto, con i corollari che ne scaturiscono in relazione al Diritto all’Immagine.

A sottolineare queste tematiche di Wunderkammern, il presidente Franco Ottavianelli evidenzia che è stata scelta come icona della comunicazione dell’evento una ex-finestra occlusa, che si staglia sull’immenso muro cieco a più stratificazioni edilizie a vista che fa da sfondo al giardino della sede romana. Un voluto richiamo alla Fenestella spellana che negli anni ha fatto da tramite tra l’interno e l’esterno, tra ordinario e straordinario, tra apertura e privacy. Un dialogo che continuerà anche in via Gabrio Serbelloni 124, continuando la tradizionale “visibilità limitata dal tempo e dallo spazio”.

Sede espositiva via Gabrio Serbelloni, 122-124 – 00176 Roma
telefono: +39 - 0686903806
fax: +39 - 1786029690
email: postmaster@wunderkammern.net
web: www.wunderkammern.net

sfoglia     settembre        novembre