.
Annunci online

Santilli [ La democrazia delle idee ]
 




IPSE DIXIT

Robert F. Kennedy
"Alcuni uomini vedono le cose per quello che sono state e ne spiegano il perchè. Io sogno cose che ancora devono venire e mi chiedo: perchè no."

Alcide De Gasperi
"Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione."


Claes in "L'Apprendista delle Fiandre" di D. Dunnett
"Sarete sorpresa signora. Penso di aver paura del ridicolo."


STO LEGGENDO:

Il resto di niente  di Enzo Striano

La misura del mondo di Daniel Kehlmann


VI CONSIGLIO

L'apprendista delle Fiandre  Dorothy Dunnett

Piazza Fontana. La verità su una strageLaurent Frederic, Calvi Fabrizio

Sovranità limitata. Storia dell'eversione atlantica in Italia. Cipriani Antonio e Gianni

Il partito del golpe  Gianni Flamini.

Gomorra  Roberto Saviano


I  MIEI  LINK


Parito Democratico Roma


Laicità e Civismo 


Obama Italian Supporters

Kilombo

Archivio '900

Dalla publbicità alla cultura


Gianluca Santilli web site


Barack Obama


Libera


10 aprile 2009


L'AQUILA X L'AQUILA

 

Sabato 18 aprile dalle ore 18 fino a tarda notte al Nuovo Cinema Aquila si terrà una maratona di solidarietà per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal sisma.
Cantanti, attori, comici, artisti, sportivi, società civile, politici si alterneranno sul palcoscenico tutti impegnati insieme al pubblico ha dare un segno di vicinanza alle tante persone colpite pesantemente dal terremoto di queste ore.
La sala 3 sarà dedicata ai bambini con la proiezione, offerta da Lucky Red, di PONYO. I genitori avranno così modo di affidare i loro piccoli alle educatrici del Consorzio SOL.CO..


obiettivo della serata: convinti che uno dei sentimenti predominanti dopo la tragedia della perdita dei familiari e delle case sia la perdita del senso di comunità abbiamo voluto organizzare una serata no-stop di raccolta fondi per dotare il campo della città de L'Aquila di una tenda con schermo per la proiezione di film in prima visione.
L'arte, il Cinema come strumento di ricostruzione.
“Dall’Aquila a L’Aquila” è il titolo della manifestazione alla quale invitiamo a partecipare tutti i cittadini romani.

LE PRIME ADESIONI:

Simone CRISTICCHI
Raul BOVA
Paolo HENDEL
Ascanio CELESTINI
CHIARASTELLA
Andrea SATTA (TETE DE BOIS)
Bianca GIOVANNINI
Lisa FERLAZZO NATOLI
Paolo DI PAOLO
Corrado FORTUNA
Giulia ALBERICO
Raffaele DI FLORIO
I Cugini di Campagna
Paolo MONDANI
Paola COMENCINI
Silvia NEBBIA
Alessio ANCILLAI
Remo REMOTTI
Giulia ANANIA
Bianca GIOVANNINI
BANDA JORONA
Peppe RUGGIERO
Carlo GRANTE
Sara GIUDITTA
Alessandro MANCUSO
Paola PITAGORA
Giorgio IRAGGI (Amministratore delegato Abruzzo Film Commission)
Annamaria XIMENES (Assessore Cultura Comune de L'Aquila)
Alfredo MORONI (Assessore Cultura Provinca de L'Aquila)

WORK IN PROGESS.... SE VI VA DATECI UNA MANO E... PASSATE PAROLA.

SPONSOR TECNICI

Monte dei Paschi di Siena
Radio Popolare Roma
Tipografia MULTIPRINT
Nuovo Cinema Aquila
H2S
Lucky Red
Milkgraf

ORGANIZZATO DA:

Associazione Culturale Sapere Aude Roma
Consorzio SOL.CO.
Nuovo Cinema Aquila
Chiara Di Domenico

CON IL PATROCINIO DI:
Regione Lazio
Comune di Roma
Municipio Roma 6

Il ricavato dalla serata sarà devoluto per la ricostruzione della città de L'Aquila.
Saranno presenti in sala funzionari dell'Istituto di Credito Monte Dei Paschi di Siena che raccoglieranno tramite POS, carte di credito, contanti e assegni, i fondi che alimentereanno il C/C pro-terremotati aperto da quella Banca.
A nostro parere è necessario ricostruire velocemente il tessuto sociale distrutto dal sisma. Riteniamo che un luogo di uso comune come è una sala per le proiezioni sia aggregante e possa aiutare a stemperare quelle tensioni sociali che inevitabilemtne si creano nelle popolazioni colpite da simili eventi.
Pertanto i fondi racoclti saranno destinati alla ricostruzione di una sala cinematografica comunale sul modello di quelle del Nuovo Cinema Aquila.


2 settembre 2008


BILLO IL GRAND DAKHAAR AL NUOVO CINEMA AQUILA

Il 17 settembre 2008 alle ore 10.30 sarà presentato alla stampa nazionale "BILLO Il Grand Dakhaar" di Laura Muscardin, un film premiato a Miami, New york, Parigi, e Villerupt come miglior film e al New York Syracuse film Festival per la miglior colonna sonora.  E' una commedia sull’integrazione, un viaggio attraverso l’Italia di oggi vista dagli occhi di uno straniero, extracomunitario, mussulmano. E’ la storia di una integrazione riuscita.
Alla presentazione del film seguirà una  conferenza stampa alla presenza degli artisti e dei produttori, nonchè dei rappresentanti dell'Unione Europea, COSPE, ARCI, AGCI Solidarietà, Atac per il sociale, Comune di Roma e Municipio Roma 6.


30 giugno 2008


PESARO A ROMA AL NUOVO CINEMA AQUILA

Nell’ambito del progetto IL CINEMA ATTRAVERSO I GRANDI FESTIVAL, l’ANEC Lazio promuove la quinta edizione della MOSTRA INTERNAZIONALE DEL NUOVO CINEMA a ROMA, che si terrà al Nuovo Cinema Aquila dal 1 al 3 luglio. La rassegna, realizzata con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, in collaborazione con la Direzione Generale Cinema del MIBAC, offrirà una significativa panoramica della 44. Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, il Festival che si è affermato a livello internazionale come una delle più importanti vetrine della cinematografia sperimentale e che da sempre si distingue per la sua continua ricerca del nuovo. L’evento romano proporrà, in versione originale con sottotitoli italiani, alcuni tra i film più rappresentativi del Festival, con l’espressa finalità di restituire un’immagine ricca ed esemplificativa delle scelte artistiche della 44.Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro. Da segnalare l’anteprima italiana del film LA TERRAMADRE di Nello La Marca presente nella sezione del CONCORSO PESARO NUOVO CINEMA che verrà proiettato, martedì 2 luglio alle ore 20.30, alla presenza del regista. Inoltre, in rappresentanza della vetrina informativa che, quest’anno, la Mostra ha dedicato al progetto ispanico Cine en Construcción, verrà proiettato il film A CASA DE ALICE di Chico Teixeira

Il costo del biglietto d’ingresso, per la visione di uno spettacolo, è di 5 Euro; gli over 60 e i titolari della Roma Pass Card e della Bibliocard potranno usufruire del prezzo ridotto di 4 euro


25 giugno 2008


PICCIONI LASCIA LA DIREZIONE ARTISTICA DEL NUOVO CINEMA AQUILA

Ieri Giuseppe Piccioni si è diemsso dalla carica di direttore artistico del Nuovo Cinema Aquila. 
Per noi si tratta di una grande perdita, pertanto ho rilasciato le seguenti dichiarazioni:
"Ho appreso con sincero dispiacere dell'abbandono di Giuseppe Piccioni della direzione Artistica del Nuovo Cinema Aquila. Considero una grande perdita per noi la Direzione di un artista come Piccioni che tanto ha dato e darà ancora al cinema italiano.  Speriamo a questo punto che la Cooperativa Sol.Co. provveda a in tempi brevi ad incaricare una persona altrettanto autorevole sapendo di poter contare sul nostro "Ufficio Media", istituito appositamente per sovrintendere alle numerose attività locali nel campo cinematografico in generale ed in particolare di tutti i mezzi di comunicazione. Questo ufficio, coordinato dal regista Morandini, è composto dalla Digital Desk, la De.Co., il Cineclub Alphaville e Sanavideo, tutte realtà di un certo spessore in campo locale, e diretto da personale del Municipio Roma 6. 
Mi auguro quindi che la scelta del nuovo direttore possa ricadere su una personalità di forte supporto che tuttavia assicuri la necessaria indipendenza nelle scelte artistiche alla Cooperatica Sol.Co..
Siamo comunque pronti, come Amministrazione, a fornire tutto il nostro supporto al Nuovo Cinema Aquila affinché quello che consideriamo il "fiore all'occhiello" del Municipio possa trovare la tranquillità necessaria a farlo decollare.


25 giugno 2008


INAUGURATO IL NUOVO CINEMA AQUILA

SANTILLI: RITENGO CHE IL NUOVO CINEMA AQUILA SIA LA DIMOSTRAZIONE CHE LA COLLETTIVITA' PUO' INCIDERE MODIFICANDO IL PROPRIO DESTINO

Il 19 giugno 12 l’Assessore Comunale ai LL.PP. Ghera ed il Presidente del Municipio Roma 6 Palmieri hanno proceduto all’inaugurazione del Nuovo Cinema Aquila, sorto sulle ceneri del vecchio, ormai ridotto negli anni ’90 alla proiezione di pellicole hard. Il cinema, confiscato alla criminalità organizzata, è stato finalmente restituito ai cittadini. 
"Ritengo che il Nuovo Cinema Aquila sia oggi la dimostrazione che la collettività può incidere modificando il proprio destino di città, di Paese" ha affermato Gianluca Santilli, Consigliere Delgato alle Politiche Culturali del Municipio Roma 6, che ha poi aggiunto "appartenuto alla Banda della Magliana il cinema oggi vede nuova luce, in un passaggio importante che va dall’illegalità alla legalità, da fonte di ricchezza per la criminalità organizzata a bene pubblico. Il territorio, il Pigneto, il Municipio, il Comune riconquistano oggi i suoi spazi, se ne riappropriano, dando vita ad un centro di ritrovo culturale di grande rilevanza".
Santilli ha poi concluso: "in una realtà municipale quasi priva di grandi luoghi di aggregazione, il Cinema punta a diventare una delle principali risorse di questo territorio, con questa Amministrazione che aspira a farlo divenire il Terzo Polo produttivo del Cinema a Roma anche grazie al sostegno dell'Ufficio Cultura e del nuovo Ufficio Media del Municipio Roma 6 appositamente costituito anche per "fare sistema", "mettere in rete" tuttel le piccole relatà locali che faranno grande questo cinema.".



9 aprile 2008


PIGNETO: UN IMPEGNO PARTICOLARE PER IL PD

“Un impegno particolare lo dovremo profondere al Pigneto” a dichiararlo è Gianluca Santilli, Presidente del Consiglio uscente del Municipio Roma 6 e candidato nelle liste del PD. “Dobbiamo portare a termine i lavori per il Cinema Aquila, terminare piazza Nuccitelli e via Mariano da Sarno ma soprattutto salvare dal degrado l’isola pedonale del Pigneto che vorrei divenisse il fiore all’occhiello del Municipio Roma 6 e il simbolo della rinascita della cultura popolare nella Capitale. Con Giammarco Palmieri, candidato alla Presidenza del Municipio, abbiamo incassato la disponibilità del candidato al Consiglio Comunale Mario Mei e vorremmo portare la locale biblioteca proprio sull’isola. Abbiamo bisogno di un teatro ma non solo, vogliamo contribuire a creare nuovi spazi aggregativi ove possano esprimersi tutte le nuove realtà culturali del territorio” ha concluso Santilli intervenendo nel dibattito locale sul futuro del quartiere Pigneto, al centro della nuova “movida” romana per il fermento artistico e ricreativo che lo pervade.


31 luglio 2007


RILANCIARE IL PIGNETO

La situazione al Pigneto rischia di degenerare. Abbiamo uno splendido quartiere teatro di un fermento culturale senza precedenti per il quadrante sud di Roma e rischiamo di farlo divenire solo uno dei tanti luoghi della “movida” romana, sulla falsariga di Campo dei Fiori, Testaccio e San Lorenzo. Mi riferisco all'insostenibile situazione che gli abitanti dello storico quartiere del Pigneto, tanto caro a Pasolini e diventato da qualche anno meta preferita di decine di artisti e studenti universitari, sono costretti a sopportare quotidianamente. A tarda sera sciamano nel quartiere persone che nulla hanno a che fare con il tessuto sociale del Pigneto invadendolo con prepotenti comportamenti. Da mesi ormai molti dei pubblici esercizi della zona sono divenuti solo dei distributori di bevande alcoliche i cui contenitori vengono puntualmente abbandonati nella zona e i cui consumatori, in preda ai fumi dell’alcool, non perdono occasione per disturbare i cittadini, orinare in ogni dove e scatenare risse. Ho visto gruppi di cani, i cui padroni si disinteressano loro, scorrazzare fra i tavolini di ristoranti infastidendo gli avventori. Bisogna avere il coraggio di dire basta a questa situazione. La soluzione a mio parere prevede una regolamentazione che vieti i comportamenti sgradevoli ma che, allo stesso tempo, favorisca un processo culturale virtuoso che faccia fare al quartiere un salto di qualità, anche attraverso la riqualificazione di storici luoghi di aggregazione culturale del passato. Chiediamo anche per il Pigneto una ordinanza antivetro e faremo di tutto per riportare nella zona un po’ di ordine organizzando manifestazioni culturali che puntino al suo rilancio. Io sogno il Pigneto come la Montmatre di Roma, una nuova via Margutta, dove artisti di ogni genere possano incontrarsi e formare un nuovo tessuto sociale, un quartiere dove la solidarietà e la cultura siano di casa. Per questo farò di tutto compresa l’apertura di una accademia teatrale che punta a coinvolgere i cittadini del territorio, delle mostre estemporanee all’aperto e molto altro. Abbiamo a cuore le sorti del Pigneto che nei prossimi anni subirà delle trasformazioni urbanistiche significative. Penso alla Serono, al Deposito ATAC e al Nuovo Cinema Aquila. Per questo dobbiamo intervenire celermente.

 

sfoglia     marzo        maggio