.
Annunci online

Santilli [ La democrazia delle idee ]
 




IPSE DIXIT

Robert F. Kennedy
"Alcuni uomini vedono le cose per quello che sono state e ne spiegano il perchè. Io sogno cose che ancora devono venire e mi chiedo: perchè no."

Alcide De Gasperi
"Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione."


Claes in "L'Apprendista delle Fiandre" di D. Dunnett
"Sarete sorpresa signora. Penso di aver paura del ridicolo."


STO LEGGENDO:

Il resto di niente  di Enzo Striano

La misura del mondo di Daniel Kehlmann


VI CONSIGLIO

L'apprendista delle Fiandre  Dorothy Dunnett

Piazza Fontana. La verità su una strageLaurent Frederic, Calvi Fabrizio

Sovranità limitata. Storia dell'eversione atlantica in Italia. Cipriani Antonio e Gianni

Il partito del golpe  Gianni Flamini.

Gomorra  Roberto Saviano


I  MIEI  LINK


Parito Democratico Roma


Laicità e Civismo 


Obama Italian Supporters

Kilombo

Archivio '900

Dalla publbicità alla cultura


Gianluca Santilli web site


Barack Obama


Libera


29 maggio 2009


IO VOTO PD E SCRIVO MILANA E GUALTIERI





20 febbraio 2009


NOMINATO IL NUOVO ESECUTIVO ROMANO DEL PD ROMANO

Roma, 20 feb. - Si e' insediato il nuovo esecutivo romano del Partito democratico. Ne fanno parte Roberta Agostini, Alberto Attanasio, Massimiliano Baldini, Maurizio Bartolucci, Micaela Campana, Sandro Cavola, Emiliano Clementi, Piero Latino, Annamaria Malato (rpt: Annamaria Malato), Pina Maturani, Stefano Merenda, Marco Miccoli, Dina Paone (rpt: Dina Paone), Eugenio Patane', Gianluca Santilli, Stefania Spirito, Lucia Zabatta e Serena Visintin. Il responsabile dell'ufficio comunicazione e' Simone Silvi. Si conferma Carla Nutarelli come responsabile della segreteria politica del coordinatore Riccardo Milana.

"Tutta la nostra attenzione sara' indirizzata a radicare il Partito democratico nel territorio, nel mondo del lavoro, dell'impresa e delle professioni per costruire una grande organizzazione vicina alle persone, ai loro bisogni e alle loro necessita'- afferma Milana. La giunta Alemanno mostra tutti i suoi limiti di governo e il Pd di Roma deve caratterizzarsi come una forza di opposizione responsabile ma, al tempo stesso, risoluta nella costruzione di un'alternativa credibile rispetto alle insufficienti politiche del centrodestra".  Per stabilire le modalita' di lavoro e' convocata per il 27 febbraio presso il centro Congressi Frentani, alle 16.30,
l'Assemblea cittadina aperta ai coordinatori dei circoli e gli eletti del Partito Democratico a tutti i livelli per completare gli incarichi di lavoro e discutere a seguito delle decisioni
assunte dell'assemblea nazionale sulle forme di costruzione del Partito nella nostra citta'.


10 maggio 2008


FINALMENTE CHIAREZZA NEL PD DI ROMA

Finalmente un po' di chiarezza. Dopo le chiacchiere delle ultime settimane, le parole strillate sui giornali da esponenti più o meno autorevoli del PD romano, dopo giorni di toni alti, si è tornati a riunirci per fare un punto della situazione.
Dal dibattito di ieri nella Direzione Romana del PD è emerso che Riccardo Milana deve rimanere alla guida del Partito almeno fino al tanto invocato Congresso del 2009.
Milana, Ciarla, Zanda e molti altri hanno fatto una attenta analisi del voto che ci ha portato alla sconfitta nella Capitale. Una sconfitta che ancora brucia ma a cui dobbiamo reagire con decisione per fornire ossigeno ad un'attività di opposizione che già si preannuncia dura.
Dobbiamo ripartire dallo spirito delle primarie, ricreare quell'entusiasmo che portò milioni di persone in piazza ma soprattutto dare nuova linfa ai circoli del Partito cercando di TORNARE tra la gente come da giorni vado dicendo.
E' oltremodo necessario ricreare quel rapporto fra rappresentato e rappresentante che molti cittadini ormai vedono dilaniato da lotte intestine, interessi personali e spartizioni correntizie.
Mettiamo da parte tutto ciò, operiamo un vero rinnovamento magari partendo dalle parole di Milana che ha pensato ad una giunta ombra guidata da un candidato sindaco pronto ad insediarsi il giorno successivo alle elezioni. Una giunta di cui non può far parte la vecchia nomenclatura, una giunta capace di esprimere un vero rinnovamento e di ripartire con slancio con nuove energie, nuove idee e soprattutto nuovo entusiasmo.


2 maggio 2008


J'ACCUSE...! E ORA QUALCUNO SI FACCIA DA PARTE

L’agnello è stato sacrificato sull’altare della supponenza e della presunzione e il danno fatto dai “Signori della Politica” romana è ormai irreparabile.
Forse è stato necessario per smontare un castello di carte che da tempo dominava la scena politica romana all’ombra dell’abusato “modello Roma”. Decine di colonnelli senza esercito, ormai poco avvezzi a stare tra la gente, inadeguati ed impossibilitati a comprendere i veri bisogni dei cittadini si sono per anni riempiti la bocca con uno slogan, “modello Roma”, tanto vero quanto incredibile per la cittadinanza. 15 anni nelle stanze dei bottoni li hanno allontanati dalla base… e nemmeno se ne sono accorti.

E sono, siamo, stati puniti.

Francesco Rutelli è quello che farà da capro espiatorio per questa “casta”, quello che pagherà per tutti “perché non è piaciuto”, “perché è un cavallo di ritorno”, ma è bene che da oggi qualcuno si faccia un esame di coscienza. Esamini cioè il suo impegno fra la gente, il tempo passato in campagna elettorale in mezzo ai cittadini, le sue motivazioni, il suo essere credibile.

Quanta gente in quel Comitato elettorale, quanta dietro i computer, quanta poca nelle piazze.
Dove erano i Deputati, i Senatori, i Consiglieri Regionali, quelli Provinciali, gli aspiranti Assessori (ne ho contati fino a 20 per 12 posti…), i Presidente e gli Amministratori Delegati delle municipalizzate, i Consiglieri di Amministrazione, i consulenti strapagati e la pletora di altri “acari” che da anni vive, assai bene, nel sottobosco creato dal “modello Roma” crogiolandosi e beandosi del lavoro fatto da altri? Unico impegno degli “acari”: essere tempestivi per farsi trovare al posto giusto al momento giusto, quando c’è da occupare una poltrona, quando si accendono le luci della ribalta televisiva o quando c’è da imporre l’assurda logica delle spartizioni correntizie.
Lo vogliamo capire che questo sistema è ormai asfittico, popolato da questi personaggi autoreferenziati che si replicano e si ripropongono all’infinito, e che è destinato, così come ora è concepito, a sparire? Qualcuno ora avrà il coraggio di dire che così non funziona?
Molti notabili che occupano posti di potere e responsabilità non rappresentano altro che loro stessi come crudamente dimostrano i risultati al Comune dei competitor per un seggio in Campidoglio del PD e delle 3 liste “civiche”. Il rapporto fra rappresentato e rappresentante, l’essenza della democrazia, è rotto, sfilacciato, sacrificato in nome degli interessi personali.
La loro supponenza, la loro irresponsabilità, il loro sentirsi “casta” è stata una delle cause, se non la principale, della criminale dilapidazione del bel patrimonio delle primarie, quando migliaia di persone si erano pazientemente messe in fila per esprimere il loro consenso ad un progetto che aveva i presupposti della “svolta”. E adesso eccoli lì, tutti a correre verso il paracadute provinciale o municipale o regionale.
Non sarebbe meglio che vi faceste da parte, lasciando lavorare chi nella Politica, come strumento di progettazione del futuro per la nostra Città e per il nostro Paese, ci crede ancora ed ha investito sulla propria persona vivendo quotidianamente il territorio e garantendo l’esistenza della democrazia di prossimità già tanto maltrattata da una scellerata legge elettorale?

Invito quindi il Coordinatore romano a non dimettersi anche se qualcuno per strategia correntizia ed interesse personale gli chiederà di farlo.
Caro Riccardo Milana, proprio ora abbiamo bisogno di stabilità e di continuare a lavorare per una politica vicina ai cittadini che porti ad essere il Partito Democratico quel “partito utile” di cui parlammo mesi fa e che riuscì, ancora una volta, ad emozionarci.

Gianluca Santilli, Consigliere PD e Collegio dei Garanti PD-Roma


15 aprile 2008


ECCEZIONALE RISULTATO DEL PD A ROMA

Il Partito Democratico stravince a Roma riportando il miglior risultato dal dopoguerra ad oggi: siamo oltre il 41% nella Capitale, una percentuale mai ragigunta da nessuno schieramento politico. Nel Municpio Roma 6 passiamo il 44%: eccezionale risultato che testimonia la bontà del lavoro svolto sul territorio. Nel frattempo registriamo il deludente risultato della S.A. che non riesce nemmeno a superare il 5%.


4 febbraio 2008


SONO NATI I CIRCOLI DEL PARTITO DEMOCRATICO

Sette circoli, quasi 1400 tessere in un solo giorno, nessun problema riscontrato. Questi sono i numeri del Partito Democratico in Sesto Municipio, questa è la realtà che siamo riusciti a creare con tanto, tanto lavoro.
Tutto ciò è la testimoninaza dell'entusiasmo che c'è intorno al Partito Democratico.
Siamo al primo giorno di tesseramento ed oltre 25.000 persone si si sono messe pazientemente in fila per ricevere l'attestato di fondatore del PD e per pagare 5 euro.
Un successo. La gente ha voglia di riscatto. La gente ha voglia di buona poltica.


31 gennaio 2008


NASCONO I CIRCOLI DEL PARTITO DEMOCRATICO

Domenica 3 febbraio dalle 10,30 alle 19,00 si svolgeranno le iniziative di costituzione dei circoli territoriali del Partito Democratico, durante le quali tutti i cittadini interessati potranno ritirare il certificato di socio fondatore del Pd, indipendentemente dal fatto che abbiano votato o meno alle primarie del 14 ottobre, e potranno candidarsi per entrare a far parte dei coordinamenti dei circoli. Il 17 ottobre si svolgeranno poi le assemblee per eleggere i coordinamenti dei circoli ed i delegati del territorio alla direzione romana del Pd.

Sul territorio del Municipio Roma 6 i circoli territoriali saranno 7. Ve li elenco di seguito:

Villa Gordiani/Collatino - Viale della Venezia Giulia 71/75
Nuova Gordiani - Via Prenestina 286
Tor de' Schiavi - Via Castelforte 12
Villa De Sanctis -  Gazebo in largo San Gerardo Maiella
Torpignattara - via di Torpignattara 103
Pigneto Prenestino - Via Fortebraccio 1
Quadraro - Via dei Quintili 138


15 ottobre 2007


3.500.000 VOTANTI! GRAZIE

I cittadini hanno risposto alle confuse grida dell'antipolitica. Una risposta che non viene dalle stanze dei partiti ma che parte dal basso. Tre milioni e mezzo di votanti non sono militanti di partito. In fila c'erano giovani, anziani, massaie, professori che con il voto hanno fatto sentire la loro voce agli scettici (spesso ostili) che in questi ultimi giorni intonavano il canto del cigno per il nascituro PD.
Ora dobbiamo rimboccarci le maniche: la gente ci chiede di cambiare il modo di fare politica, di cambiare il Paese.
Dobbiamo dare loro delle risposte, vere, efficaci e in grado di dare un segnale.
Grazie Italiani!


27 settembre 2007


IL 14 OTTOBRE LE PRIMARIE

Il 14 ottobre si eleggeranno i componenti dell'Assemblea Costituente Nazionale e Regionale del Partito Democratico nonchè il Segretario Nazionale e quello Regionale. Potranno votare tutti i cittadini italiani, quelli dell'Unione Europea residenti ed i cittadini di altri Paesi muniti di permesso di soggiorno che desiderano partecipare alla costituzione del PD. L'importante è che abbiano compiuto 16 anni alla data del 14 ottobre 2007.

Questo blog sostiene ufficialmente la candidatura di Walter VELTRONI e, nel 6° collegio, la lista nr.1, a lui collegata, il cui capolista è Francesco RUTELLI.

Maggiori dettagli nei prossimi giorni. 


9 luglio 2007


FESTA ULIVO 2007

Qui mi sono improvvisato cuoco (meglio "fuochista") insieme al Consigliere Cintioli. Risultati pessimi: salsicce e wurstel flambè... è meglio fare l'organizzatore...
 











sfoglia     aprile        luglio